Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Aggiornamenti / Grano duro: lieve ripresa del prezzo, ora è importante massima trasparenza con CUN a Foggia

Grano duro: lieve ripresa del prezzo, ora è importante massima trasparenza con CUN a Foggia

grano

“Con una risoluzione in Commissione Agricoltura, proposta dalla collega Colomba Mongiello e da me condivisa, abbiamo chiesto al Governo di istituire a Foggia la sede della Commissione unica nazionale (Cun) per il grano duro. La dinamica della formazione del prezzo di questo prodotto deve essere del tutto trasparente. Nell’attesa che ciò avvenga, colgo positivamente i segnali del mercato che vedono un aumento del prezzo a favore dei produttori rispetto al crollo dell’anno scorso e mi auguro che questa tendenza possa ulteriormente migliorare”.

Lo dichiara l’on. Liliana Ventricelli, deputata del Partito Democratico, più volte intervenuta sulla questione – anche con atti parlamentari di impegno per il Governo – soprattutto a seguito della crisi del grano duro, a sostegno di un’economia fondamentale per i “granai” che sono la Puglia e la Murgia

“Nella risoluzione – aggiunge l’on. Ventricelli – abbiamo chiesto che Foggia sia la sede della Cun per il grano duro perché la Puglia, nel panorama produttivo nazionale, si colloca al primo posto intercettando in media il 22 per cento circa della produzione. Nelle province di Foggia e Bari, inoltre, si concentra non solo la produzione ma è collocata anche la grande parte dei centri di stoccaggio e delle industrie molitorie e pastaie. Per quanto riguarda le capacità molitorie, vengono trasformate oltre 146.000 tonnellate di grano duro all’anno per ottenere oltre 100.000 tonnellate di semola e 46.000 tonnellate di cruscame che vengono venduti soprattutto sul mercato interno, facendo realizzare oltre 26 milioni di euro di ricavi. La persistente quotazione presso la borsa merci della Camera di commercio di Foggia di 175-180 euro a tonnellata del prodotto – sottolinea Ventricelli – era irrisoria, quasi un insulto agli investimenti ed ai sacrifici dei nostri cerealicoltori. Abbiamo appreso con favore che adesso è salita a 220-230 euro a tonnellata ma ciò non significa che la situazione sia risolta. Tutt’altro; senza una giusta redditività rischiamo che scompaiano enormi superfici di seminativi. Per sovrintendere alla la trasparenza nelle relazioni contrattuali nella filiera cerealicola l’istituzione della Cun a Foggia può essere un importante presidio e per questo abbiamo chiesto al Governo ed al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali di adoperarsi affinché ciò si concretizzi”.

Documenti.
TESTO DELLA RISOLUZIONE

About Liliana Ventricelli

Guarda anche

View of deputies gathered in the Montecitorio Palace, the Italian parliament, on April 13, 2011 during a debate in the Lower House about a law that would cut the statute of limitations in certain cases of trials. The law, if passed in the parliament, would have effect to end a corruption trial in Milan, in which Italy's PM Silvio Berlusconi is accused of bribing British lawyer David Mills. The lower house is expected to vote late today  and the Senate in coming weeks.      AFP PHOTO / ALBERTO PIZZOLI

La legge elettorale è stata migliorata. Polemiche ingiustificate dei 5 Stelle

Un passo importante è stato compiuto alla Camera dei Deputati con l’approvazione di una nuova legge …