Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Aggiornamenti / Il Decreto Mezzogiorno è legge: misure a favore di sviluppo ed occupazione. Anche fondi per edilizia giudiziaria

Il Decreto Mezzogiorno è legge: misure a favore di sviluppo ed occupazione. Anche fondi per edilizia giudiziaria

La Camera dei Deputati ha approvato il Decreto Mezzogiorno, votando la fiducia sul testo licenziato dal Senato. Numerose e di varia natura le misure a favore dei territori del Sud: solo per citarne due, gli incentivi per gli “under 35” della misura “Resto al Sud” e la cospicua dote finanziaria per l’edilizia giudiziaria in cui può essere inclusa Bari.

“Il Decreto Mezzogiorno – rende noto l’on. Liliana Ventricelli – è diventato legge. E’ un importante contenitore di misure a favore delle regioni del Sud, con gli obiettivi della crescita economica e dell’occupazione. Misure non assistenzialiste, anzi orientate ad investire sulle persone e nel migliorare le condizioni per poter operare al meglio. In questa direzione, ad esempio, vanno i 330 milioni di euro per l’edilizia giudiziaria. Un’occasione ghiotta per Bari perché si potrà finalmente mettere mano ad un progetto serio per la cittadella della giustizia e superare l’attuale situazione insostenibile. E’ una dotazione finanziaria molto importante, cresciuta ulteriormente rispetto ai 90 milioni di euro che erano stati inizialmente stanziati. Su tali tematiche – sottolinea l’on. Ventricelli – sto promuovendo un protocollo di intesa fra Ministero della Giustizia e Città Metropolitana, con il coinvolgimento dell’Avvocatura e degli Uffici giudiziari”.

Quindi, opportunità per i giovani imprenditori ed agricoltori.
“Con il programma “Resto al Sud” – spiega la deputata del Partito Democratico – si danno incentivi a giovani imprenditori, di età compresa fra 18 e 35 anni, che non dispongono di mezzi propri per avviare un’attività produttiva. L’intervento consiste in un sostegno alla creazione di una nuova attività imprenditoriale nei settori dell’agricoltura, dell’artigianato, dell’industria, della pesca e dell’acquacoltura, o relativa alla fornitura di servizi (compresi quelli turistici), che prevede in favore del giovane imprenditore una dotazione di 50.000 euro, di cui il 35% a fondo perduto, a copertura dell’intero investimento e del capitale circolante, con esclusione delle spese per la progettazione e quelle per il personale (per le società con più soci fino a 200 mila euro). Un altro intervento – aggiunge l’on. Ventricelli – prevede una procedura sperimentale per l’individuazione delle terre abbandonate e incolte e di beni immobili in stato di abbandono che possono essere concesse, per la durata di nove anni rinnovabili una volta, ai giovani per rafforzare le loro opportunità occupazionali e di reddito. Si agisce, quindi, per evitare la fuga dei giovani e dare la possibilità di esprimere la propria voglia d’impresa nella loro terra”.

About Liliana Ventricelli

Guarda anche

View of deputies gathered in the Montecitorio Palace, the Italian parliament, on April 13, 2011 during a debate in the Lower House about a law that would cut the statute of limitations in certain cases of trials. The law, if passed in the parliament, would have effect to end a corruption trial in Milan, in which Italy's PM Silvio Berlusconi is accused of bribing British lawyer David Mills. The lower house is expected to vote late today  and the Senate in coming weeks.      AFP PHOTO / ALBERTO PIZZOLI

La legge elettorale è stata migliorata. Polemiche ingiustificate dei 5 Stelle

Un passo importante è stato compiuto alla Camera dei Deputati con l’approvazione di una nuova legge …