Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Comunicati / Il sindaco di Altamura chiama Di Pietro nel suo staff come supervisore. Non si fida della sua maggioranza?

Il sindaco di Altamura chiama Di Pietro nel suo staff come supervisore. Non si fida della sua maggioranza?

politica-abruzzo_antonio-di-pietro-favorevole-all-unione-tra-abruzzo-e-moliseSarà un piacere confrontarci con l’On. Antonio Di Pietro quando sarà ad Altamura nel suo inedito ruolo di supervisore dell’Amministrazione comunale. Abbiamo appreso dal sindaco Giacinto Forte che l’On. Di Pietro ha accolto l’invito a far parte del suo staff, in modo gratuito. Prima di incontrarlo o vederlo all’opera, vorremmo fargli sapere – casomai non dovesse essere stato informato – qual è il quadro politico della nostra amministrazione.

Il sindaco di Altamura, ex segretario provinciale dell’Italia dei Valori, oggi guida una maggioranza che si dice civica ma in realtà è di centrodestra, tanto che ingloba amministratori del precedente decennio e nuovi consiglieri afferenti a partiti di destra. E non è un mistero l’improvviso interesse politico del sindaco per Forza Italia dopo il suo incontro molto amichevole con Silvio Berlusconi al congresso del PPE a Madrid dove ha partecipato ad ottobre con entusiasmo; così come la vicinanza agli Onorevoli Fitto e Meloni che si sono schierati in suo favore nella scorsa campagna elettorale. Ci farebbe piacere conoscere il suo giudizio sul cambio di casacca operato dal nostro sindaco che passa allo schieramento di colui che lo stesso Di Pietro aveva definito “stupratore della democrazia”.

Ha forse cambiato orientamento politico anche egli? La collaborazione dell’ex ministro cosa sta a significare? Rappresenta l’ennesimo annuncio altisonante per spostare l’attenzione dei cittadini dai temi quotidiani come l’aumento delle tasse? Un “colpo” per far parlare i giornali come era accaduto qualche tempo fa con la possibile entrata in giunta del pm Digeronimo? O forse più probabilmente rappresenta un segnale del sindaco da inviare all’indirizzo della sua stessa giunta e maggioranza consiliare di cui evidentemente non si fida, tanto da dover chiamare il magistrato di mani pulite a sentinella di legalità di un territorio che neanche conosce.

Con il PD e con tutte le forze di opposizione, stiamo già svolgendo un ruolo di controllo e “supervisione” sull’attività di questa amministrazione. Forse occorrerebbe prestare più attenzione alle proposte avanzate anche dall’opposizione invece che mostrarsi insofferente ad ogni critica liberamente espressa dai cittadini o dalla stampa. La vicenda della Cava dei dinosauri è una testimonianza del modo di agire di questa amministrazione che non accettiamo. Siamo i primi a volere l’area fruibile ed acquisita al patrimonio pubblico perché siamo ben consci della sua importanza. Ma tutto deve essere fatto in modo legittimo e senza lasciare alcun tipo di dubbio sulla correttezza degli atti che devono essere improntati al massimo rispetto dei soldi dei contribuenti altamurani. Ma di questo torneremo a parlare più approfonditamente nei prossimi giorni. Per ora ci chiediamo cosa ne pensa l’ex ministro Di Pietro.

About admin

Guarda anche

View of deputies gathered in the Montecitorio Palace, the Italian parliament, on April 13, 2011 during a debate in the Lower House about a law that would cut the statute of limitations in certain cases of trials. The law, if passed in the parliament, would have effect to end a corruption trial in Milan, in which Italy's PM Silvio Berlusconi is accused of bribing British lawyer David Mills. The lower house is expected to vote late today  and the Senate in coming weeks.      AFP PHOTO / ALBERTO PIZZOLI

La legge elettorale è stata migliorata. Polemiche ingiustificate dei 5 Stelle

Un passo importante è stato compiuto alla Camera dei Deputati con l’approvazione di una nuova legge …