Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / La Legge di Stabilità in pillole: misure introdotte dal Partito Democratico

La Legge di Stabilità in pillole: misure introdotte dal Partito Democratico

parlamento1Con l’approvazione della Legge di Stabilità 2014, sono stati introdotte dal Partito Democratico alcune misure mirate a favorire la crescita e l’equità.

Esodati – Confermati gli aiuti per altri 17mila esodati: 950 milioni di euro dal 2014 al 2020 (oltre ai 6mila già coperti). Quinto intervento del governo per l’accesso alla pensione per coloro che, in seguito alla riforma delle pensioni voluta dell’ex ministro Fornero, sono rimasti sprovvisti sia della pensione stessa che di un’occupazione.

Borse di studio – 50 milioni di euro per rifinanziare il fondo integrativo statale per la concessione di borse di studio, a cui si aggiunge un’ulteriore sostegno per le borse di studio dei giovani medici per 30 milioni di euro per il 2014 e 50 milioni dal 2015.

Pensioni – Miglioramento dell’indicizzazione delle pensioni, prevista al 100% per gli assegni fino a tre volte il minimo, e al 95% per quelli fino a quattro volte il minimo.

Pubblico impiego – Superamento del cosiddetto “galleggiamento”, cioè la possibilità che si aveva nel pubblico impiego di mantenere un benefit economico legato ad un incarico temporaneo anche ad incarico terminato.

Tetto cumulo reddito/pensione – Confermato il tetto al cumulo tra reddito da lavoro e pensione per i dipendenti pubblici, fissato a livello del primo presidente della Corte di Cassazione, cioè intorno ai 300mila euro (applicabile anche ai vitalizi dei parlamentari).

Riduzione cuneo fiscale – Approvati i tagli sulle tasse gravanti su imprese e lavoratori, compensati dalle risorse che arriveranno dalla spending review e dalla lotta all’evasione fiscale; riducendo la platea dei beneficiari ai lavoratori sotto i 27mila euro di reddito annuo, vengono garantiti oltre 200 euro in più in busta paga a 12 milioni di persone.

Edilizia – Proroga delle detrazioni per gli interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica.

IVA – Ripristino dell’aliquota IVA al 4% per le prestazioni socio-sanitarie o educative delle cooperative sociali.

IMU – Novità sul fronte IMU: confermata la mini-proroga dal 16 al 24 gennaio per il pagamento dell’Imu sulla prima casa, intesa adesso come la tassa per quei contribuenti che risiedono nei comuni che nel 2013 hanno deciso di alzare l’aliquota.
Deducibilità parziale dell’IMU sugli immobili strumentali dal reddito di impresa.

Equitalia – Deflazione del contenzioso con Equitalia, con la possibilità di pagare i ruoli entro il mese di febbraio 2014 risparmiando sugli interessi.

Lavoro – Fondo per le politiche attive del lavoro, con incentivi per la stabilizzazione dei precari dei call center.

About

Guarda anche

ss96.sopralluogo

Lettera all’ANAS: accelerare i tempi per il nuovo appalto della strada statale 96

L’on. Liliana Ventricelli (PD) ha scritto all’ANAS per segnalare l’importanza del ri-appalto del primo stralcio …