Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / LE NOVITÀ DOPO L’APPROVAZIONE DEL DECRETO IMU AGRICOLA

LE NOVITÀ DOPO L’APPROVAZIONE DEL DECRETO IMU AGRICOLA

imageL’Aula della Camera ha approvato definitivamente il decreto legge sull’IMU agricola. Il decreto interviene sui criteri di classificazione dei terreni agricoli, correggendo il decreto ministeriale con cui si era ristretta la platea dei terreni montani esentati. Il provvedimento ripristina i vecchi criteri ISTAT, riconoscendo l’esenzione totale a 3.546 Comuni e l’esenzione parziale a 655 unità.

Nel decreto anche altre le misure fiscali affrontate:

NO SANZIONI PER CHI PAGA IN RITARDO. Per chi pagherà l’IMU sui terreni agricoli in ritardo, entro il 31 marzo (la scadenza è stata il 10 febbraio) non saranno previste sanzioni né interessi.

RIMBORSO PER CHI ERA ESENTE. I contribuenti, che hanno già versato per il 2014 l’IMU sui terreni agricoli ma che, in virtù del nuovo decreto sono ritornati ad essere esentati dall’imposta, avranno diritto al rimborso o alla compensazione qualora il Comune abbia previsto tale facoltà con proprio regolamento.

ESENZIONE ANCHE IN PROSSIMI ANNI. Vengono esentati dal pagamento dell’IMU sui terreni agricoli, non solo per il 2014 ma anche che per gli anni successivi, quei terreni che erano esenti in virtù del decreto ministeriale del 28 novembre 2014.

DETRAZIONE 200 EURO PER COLLINA SVANTAGGIATA. Viene prevista una detrazione di 200 euro dal 2015 sull’IMU agricola per i terreni della cosiddetta collina svantaggiata posseduti e condotti da coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, per cui viene creata un’apposita categoria A0.

30 SETTEMBRE VERIFICA. Il 30 di settembre il Ministero dell’Economia e delle Finanze dovrà fare il punto per verificare Comune per Comune l’accertamento della corrispondenza dell’incasso reale con quello presunto e agire, in caso, alla compensazione.

ESENTI TERRENI A PROPRIETÀ INDIVISIBILE. L’esenzione è stata estesa anche ai terreni a immutabile destinazione agro-silvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile e a quelli ubicati nelle isole minori.

PROROGATA SOSPENSIONE TRIBUTI LAMPEDUSA. Viene prorogata fino al 15 dicembre 2015 la sospensione degli adempimenti e dei versamenti dei tributi da parte della popolazione dell’isola di Lampedusa.

PROROGA 6 MESI DELEGA FISCALE. Viene prorogato di 6 mesi il termine previsto per l’attuazione della Delega fiscale. Attualmente la scadenza per l’attuazione della delega è fissata al 27 marzo. L’emendamento del Governo approvato dà ulteriori 3 mesi per presentare i decreti legislativi di attuazione e 3 mesi al Parlamento per esprimere i pareri.

Assieme ad alcuni colleghi abbiamo presentato degli ordini del giorno in aula (che sono stati approvati) per impegnare il Governo ad avviare una revisione delle tariffe d’estimo stabilite per ciascuna qualità e classe di terreno, una analisi delle conseguenze sui comuni e contribuenti dopo l’applicazioni delle norme contenute nel decreto, a ridefinire i criteri di esenzione che tenga conto della redditività.

About

Guarda anche

unnamed (9)

Piano per sicurezza e valorizzazione del patrimonio culturale, importante risultato per territorio murgiano

“Stanziato per il territorio di Altamura un finanziamento di 2,5 milioni di euro destinati alla …