Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Lettera aperta al sindaco di Altamura sulla questione Tares/Tarsu

Lettera aperta al sindaco di Altamura sulla questione Tares/Tarsu

altamuraIn una lettera aperta inviata in questi giorni ai cittadini, il Sindaco torna a parlare delle tasse sui rifiuti e sui servizi, ricordando scadenze e oneri della Tarsu. Oltre a sottolineare che le imposte dovute sono decise dallo Stato che obbliga i Comuni a versare tali somme per fare cassa, Stacca dimentica di ricordare che per il 2013 Altamura non passerà alla Tares e di conseguenza ad aumenti ancora più gravosi per i cittadini, grazie alla tenacia e al lavoro in Consiglio Comunale dei consiglieri di minoranza.
Dopo essersi battuti per riuscire a stravolgere una manovra fiscale voluta dalla maggioranza che presentava una stima ingiustificata dei costi del servizio rifiuti presentata dall’Amministrazione (11 milioni poi scesi a 9), i consiglieri di minoranza sono riusciti a scongiurare l’impatto che l’applicazione della Tares avrebbe avuto in particolare sulle famiglie composte da quattro o più persone (con aumenti del 30% rispetto al 2012) e sulle attività commerciali ed economiche (in alcuni casi con aumenti del 165%). Il Sindaco Stacca ha pure evitato di chiarire il motivo per il quale i cittadini altamurani non potranno versare la stessa somma pagata nel 2012, ma dovranno versare il 9,55% in più. L’aver deliberato in giunta comunale solo il 7 novembre le tariffe 2013 non ha consentito, inoltre, l’invio dei moduli in tempo utile, generando confusione e preoccupazione nei contribuenti che, oltre a dover pagare una tassa più alta rispetto al 2012, rischiano di dover corrispondere le sanzioni per il pagamento ritardato del tributo.
É importante che i cittadini siano informati però che ci sarà tempo per pagare la maggiorazione Tarsu fino al 24 Gennaio, grazie ad una modifica inserita nella legge di stabilità, anche se è altrettanto fondamentale continuare a vigilare affinché il Comune spieghi a tutti gli altamurani a cosa sono realmente dovuti gli attuali aumenti. Cosa succederà infatti nel prossimo anno? Come si intenderà gestire il servizio rifiuti in futuro? E, ancora, non sarebbe auspicabile pensare di intraprendere un processo partecipativo con un’assemblea pubblica facendo riferimento alle possibilità previste dalla legge regionale 24/2012 come già avviato dalle minoranze?

About

Guarda anche

ss96.sopralluogo

Lettera all’ANAS: accelerare i tempi per il nuovo appalto della strada statale 96

L’on. Liliana Ventricelli (PD) ha scritto all’ANAS per segnalare l’importanza del ri-appalto del primo stralcio …