Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Comunicati / Migranti ad Altamura, garantire accoglienza senza cedere a paura di invasione. E assicurare controlli su procedure

Migranti ad Altamura, garantire accoglienza senza cedere a paura di invasione. E assicurare controlli su procedure

“Prima i bisognosi e per ultimo gli sciacalli. Questo l’appello che sento di lanciare a quelle persone che stanno diffondendo messaggi di panico ad Altamura per il prossimo arrivo di migranti, alimentando la paura dell’invasione”.

E’ quanto dichiara l’on. Liliana Ventricelli, deputata del Partito Democratico.

“Il progetto Sprar siglato in accordo tra Anci e Ministero degli Interni – spiega Ventricelli – ha permesso una distribuzione più equa degli immigrati che arrivano sul nostro territorio (2,5 migranti ogni mille abitanti), con adesione su base volontaria da parte dei Comuni. Ad Altamura arriveranno circa 80 persone richiedenti asilo e rifugiati che dovranno essere integrate attraverso progetti utili a tutta la comunità. Ottanta persone in una città di 70.000 cittadini: gli altamurani sapranno accogliere chi scappa da una situazione di pericolo nel proprio Paese e non cederanno agli appelli di qualche politicante che guarda ad Altamura ed alla Murgia come feudo da conquistare e crede di speculare qualche voto alimentando la paura con la minaccia dell’invasione. Quasi tutto mi divide da questa amministrazione comunale ma garantisco il mio sostegno e la piena collaborazione in questa fase se si riterrà opportuno coinvolgere le istituzioni della città. Condivido, invece, le preoccupazioni espresse da molti cittadini sulla trasparenza: bisogna vigilare sulle procedure e garantire tutti i controlli sui progetti e sulle cooperative o associazioni che li metteranno in piedi.

“Infine – conclude l’on. Ventricelli – rivolgo l’invito all’amministrazione comunale a far conoscere preliminarmente tutte le informazioni in proprio possesso, in modo da evitare ingiustificati allarmismi”.

About Liliana Ventricelli

Guarda anche

View of deputies gathered in the Montecitorio Palace, the Italian parliament, on April 13, 2011 during a debate in the Lower House about a law that would cut the statute of limitations in certain cases of trials. The law, if passed in the parliament, would have effect to end a corruption trial in Milan, in which Italy's PM Silvio Berlusconi is accused of bribing British lawyer David Mills. The lower house is expected to vote late today  and the Senate in coming weeks.      AFP PHOTO / ALBERTO PIZZOLI

La legge elettorale è stata migliorata. Polemiche ingiustificate dei 5 Stelle

Un passo importante è stato compiuto alla Camera dei Deputati con l’approvazione di una nuova legge …