Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Comunicati / Raccolta differenziata: bassa percentuale ad Altamura, prendere esempio da Comuni virtuosi

Raccolta differenziata: bassa percentuale ad Altamura, prendere esempio da Comuni virtuosi

Palazzo-di-Città“Ad Altamura la percentuale di raccolta differenziata non raggiunge nemmeno il 20%. E’ attestata intorno al 19% e ciò comporta l’esborso della tariffa più alta dell’ecotassa, con ricadute sulle tasche dei cittadini che complessivamente pagano un costo molto elevato per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Si può fare molto di più, prendendo esempio da Comuni vicini come Acquaviva che ha raggiunto il 75% con il porta-a-porta”.

Lo dichiara l’on. Liliana Ventricelli, del Partito Democratico.

Articolo-Repubblica“Il Comune di Acquaviva, con il sindaco Davide Carlucci, ha ottenuto questi risultati grazie ad un coinvolgimento pieno dei cittadini – aggiunge Ventricelli -. Infatti la percentuale della raccolta differenziata non dipende solo da bandi e appalti. Acquaviva nel 2013 non poteva fare un bando comunale perché rientrava in un Aro. Ciononostante, non è stato a guardare. Ha iniziato l’attività di informazione sulla raccolta differenziata: incontri nelle scuole, nelle parrocchie, nelle piazze; opuscoli informative e campagne di informazione. In questo modo i cittadini sono arrivati pronti all’avvio del servizio porta a porta. Prima l’educazione e la pubblicità, dopo le sanzioni. Lo stesso va fatto ad Altamura. Perché il Comune non opera per incrementare la raccolta differenziata, ai minimi termini in questa città? Perché non si utilizza l’azienda che gestisce il servizio per informare la cittadinanza prima che parta il nuovo appalto? Insomma prendere esempio si deve, se necessario anche copiando le buone pratiche”, conclude Ventricelli.

Nella foto (clicca per ingrandire): l’articolo pubblicato su Repubblica Bari

About Liliana Ventricelli

Guarda anche

View of deputies gathered in the Montecitorio Palace, the Italian parliament, on April 13, 2011 during a debate in the Lower House about a law that would cut the statute of limitations in certain cases of trials. The law, if passed in the parliament, would have effect to end a corruption trial in Milan, in which Italy's PM Silvio Berlusconi is accused of bribing British lawyer David Mills. The lower house is expected to vote late today  and the Senate in coming weeks.      AFP PHOTO / ALBERTO PIZZOLI

La legge elettorale è stata migliorata. Polemiche ingiustificate dei 5 Stelle

Un passo importante è stato compiuto alla Camera dei Deputati con l’approvazione di una nuova legge …